Perché la prima donna che vince il “Nobel” della matematica non sembra una donna?

Maryam MirzakhaniAl Congresso Internazionale dei Matematici di Seoul, Maryam Mirzakhani ha vinto la Medaglia Fields, il premio che viene considerato il Nobel dei matematici.

E ne sono felice. Doppiamente felice: è iraniana ed è donna. Anzi è la prima donna a vincere questo importante riconoscimento. Evviva.

Poi guardo la foto ufficiale diramata con la notizia: capelli corti, niente trucco e negli occhi un’intelligenza malinconica. Addosso una felpa in pile blu, di quelle che si mettono per andare in montagna, tanto per intenderci. Prendetemi per superficiale, non mi importa, ma mi sono subito chiesta perché. Perché Maryam si deve travestire da uomo – forse per farsi accettare?

Magari a Maryam non interessa essere alla moda e ci mancherebbe, ma basta davvero poco. Uno shampoo fresco alla zazzera da Sabrina, un velo di lucidalabbra e magari un banalissimo tailleur con camicia bianca. O ancora meglio un completo minimal total black con t-shirt in seta e pantaloni con le pinces sui mocassini – troppo?

Riguardo la foto  e mi chiedo: perché annullare la propria immagine? Sembra un giovanotto qualsiasi -che frequenta la Stanford University – dove lei insegna dal 2008. E non scendiamo in battute, per favore.

Forse capelli lunghi o smalto sulle unghie sono ostacoli all’intelligenza? Trovo non sia giusto nascondere la propria femminilità per farsi largo in un mondo maschilista, tristemente ancora vivo.

Ad ogni modo… complimenti, Maryam!

p.s. naturalmente il titolo di questo post è una provocazione, non cominciamo male, eh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...